De Luca e il paradosso del suo governo

Antonella Piccerillo: “De Luca cerca di far dimenticare il suo passato e il suo presente con gli show. La politica non è un cabaret”
Il Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, negli ultimi giorni non fa altro che preannunciare come gestirà nei prossimi 5 anni la Regione, se dovesse vincere le elezioni. Da attuale Governatore fondare la sua campagna elettorale su ciò che farà è un paradosso. Piuttosto sarebbe doveroso e rispettoso illustrare ciò che ha fatto. Tuttavia sul passato e presente, come sempre, preferisce non proferire parola.
“De Luca soprattutto nell’ultima uscita ha continuato a ribadire ciò che farà nei prossimi 5 anni di Governo se dovesse mai essere riconfermato nella sua carica, ma chissà come mai non parla di ciò che ha concluso negli ultimi anni di gestione della Campania. Perché ad esempio non parla di tutti i fondi europei degli enti locali e di tutte le altre emergenze sul territorio o dei settori del turismo e delle infrastrutture completamente abbandonate negli ultimi 5 anni dalla regione Campania ” – Dichiara il consigliere provinciale della Lega e il candidato alla Regione, Antonella Piccerillo. “In questa emergenza sanitaria ha saputo individuare la sua strategia di fare politica attraverso una sorta di cabaret social. Peccato solo che la politica non è né uno show né uno spettacolo. Così come la Regione non può essere considerato un palcoscenico per esibirsi. La politica è serietà e concretezza, due sostantivi che difficilmente possono rientrare nella sfera governativa di De Luca”.
E’ emblematica la vicenda dell’ospedale COVID non collaudato e totalmente sigillato a Caserta, nonostante la Campania oggi, purtroppo, sia la prima Regione con più casi di coronavirus in Italia. “Singolare la posizione del Presidente De Luca in merito al Policlino della città di Caserta” – continua il consigliere Piccerillo – “Un cantiere che negli ultimi 5 anni probabilmente De Luca ha visitato ed inaugurato non si sa quante volte, venendo a Caserta semplicemente per fare passerelle inutili. Aspetto ampiamente confermato dal fatto che non è stata mai mossa una pietra. Le favole raccontate dal Governatore ormai stanno stancando i cittadini”.